CHI VUOLE DIVENTARE GIORNALISTA?



I giovani cronisti delle Lanfranco incontrano i professionisti dell’informazione locale

di Xinwei Serena Jin


Una classe nella redazione di un giornale? Alle Lanfranco si può. Il 23 Gennaio la classe 2A ha infatti visitato la redazione della Gazzetta di Modena: 24 studenti e una prof a carpire i segreti del giornalismo. Un progetto scolastico articolato in incontri di approfondimento in classe e un incontro conclusivo ‘sul campo’, in redazione, dove i fatti diventano notizie e si trasformano in articoli, foto e titoli.
Insieme a loro c’è Alberto Setti, giornalista professionista, che oggi racconta ai ragazzi le caratteristiche di un mestiere importante e bellissimo, dopo essere intervenuto in classe per parlare di comunicazione, di storia dell’informazione, di diritto di cronaca e di diritti del lettore.
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione i propri pensieri. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure. Da qui derivano il diritto di cronaca e il diritto di critica, ma allo stesso tempo esistono anche i contro diritti” Con le parole della nostra Costituzione, Alberto invita gli studenti a conoscere e a riflettere, per poi regalare qualche consiglio per scrivere un buon articolo: le imprescindibili 5W e 1H, l’attacco che deve ‘acchiappare’ il lettore, il divieto per parole oscure e frasi troppo lunghe.
Il progetto giornalismo quest’anno si arricchisce della collaborazione di alcuni genitori che conducono gli incontri insieme ai docenti, e di una veterana del giornalismo scolastico, la professoressa Vincenza Capolino, già ideatrice dello storico 00Willy e della redazione di Voci Dal B(r)anco.
D’accordo Alberto, ci proveremo. I giovani cronisti di Lanfra News sono già al lavoro!